elettromiografia.net - domande e risposte
Consigli per prepararsi a eseguire esami elettromiografici durante la "fase 2" dell'epidemia COVID-19
Durante il culmine dell'epidemia da virus SARS-CoV-2, comunemente chiamato "coronavirus", l'assistenza sanitaria si è concentrata ad affrontare i numerosi casi che hanno talvolta richiesto prolungati ricoveri in terapia intensiva. Molti reparti sono stati riconvertiti e i servizi di diagnostica, tra cui le strutture di neurofisiologia, hanno visto ridurre significativamente gli esami per i pazienti non ricoverati. Molti pazienti che avevano in programma studi elettromiografici non urgenti hanno dovuto rimandare gli esami, che con l'inizio della "fase 2" possono essere gradualmente riprogrammati dando priorità ai casi più urgenti. Al fine di evitare incomprensioni e facilitare la ripresa delle attività ambulatoriali, è opportuno che i pazienti sappiano che la ripresa degli studi elettromiografici per i non ricoverati sarà graduale e le liste d'attesa si allungheranno, sia perché occorre smaltire i pazienti rimasti in sospeso, sia perché adesso il tempo richiesto per lo svolgimento degli esami sarà maggiore. Infatti, tra un'esame e il successivo è necessario effettuare procedure di disinfezione della stanza e della strumentazione utilizzata, che prima dell'emergenza non erano necessarie. Tali procedure vanno effettuate in quanto non è possibile escludere con certezza che il paziente che giunge per effettuare lo studio elettromiografico non sia in grado di contaminare l'ambiente con il virus, anche se apparentemente asintomatico.
Per ridurre i rischi è consigliabile:
  • Recarsi ad eseguire lo studio elettromiografico solo se si è asintomatici, quindi senza segni di infezione delle vie respiratorie (raffreddore, tosse, difficoltà respiratorie) e senza febbre. Essere stati in contatto stretto con soggetti infetti nelle ultime 2 settimane è considerato un fattore di rischio. Riferite queste informazioni al personale sanitario possibilmente prima di recarvi nel laboratorio.
  • Indossate sempre la mascherina chirurgica durante l'esame. Nel caso in cui sia necessario esaminare muscoli o nervi nel distretto facciale, il medico deciderà quali provvedimenti adottare. Ricordate che le mascherine con il filtro (una specie di protuberanza di plastica attaccata alla mascherina) non proteggono i soggetti vicini, per cui non vanno bene in questo contesto.
  • Soprattutto per le velocità di conduzione con utilizzo di elettrodi di superficie, sarà particolarmente importante la disinfezione della cute, per cui si raccomanda di giungere con la parte pulita (lavata con acqua e sapone), senza applicare creme o unguenti. L'uso dei guanti da parte del soggetto esaminato non è utile.
  • Nel caso in cui sia necessario effettuare procedure diagnostiche a livello perineale (area tra ano e organi genitali), è opportuno segnalare se sono state riscontrate recentemente turbe dell'alvo (es. diarrea) dal momento che il virus può essere escreto anche con le feci.
Introduzione

Il sito elettromiografia.net fornisce informazioni sull'elettromiografia rivolte a un pubblico non professionale. L'autore di tutti i testi presenti sul sito è Lucio Marinelli, ricercatore in neurologia presso l'Università di Genova. L'intero sito è fruibile rispettando la licenza sotto riportata dove in parole povere si richiede che l'autore venga citato in eventuali riproduzioni e che vengano segnalate eventuali modifiche ai testi; non è permesso lo sfruttamento commerciale dei contenuti. Detto questo l'autore permette la copia e redistribuzione del materiale in qualsiasi mezzo e formato, nonché ogni riadattamento delle informazioni.

Eventuali domande che non trovano ancora risposta sul sito possono essere poste all'autore tramite la sezione Contatti. Le domande più frequenti potranno essere pubblicate nell'apposita sezione in forma anonima. Si sottolinea che le informazioni incluse in questo sito non sostituiscono in alcun modo il rapporto esistente tra paziente e medico. Qualunque tipo di informazione deve pertanto essere discussa con il proprio medico.

Questo sito è stato interamente scritto da Lucio Marinelli seguendo lo standard HTML5 ed è ottimizzato anche per la visualizzazione su dispositivi mobili; viene finanziato completamente dall'autore senza l'aiuto di sponsor. Il sito non accetta pubblicità e non usa la pubblicità come fonte di sovvenzione. Con l'obiettivo di tutelare a pieno la privacy dell'utente, il sito non utilizza cookies. Con lo scopo di contare il numero di visitatori e le pagine di maggiore interesse, un software da me scritto e rilasciato con licenza di software libero (Cookieless Web Counter) registra l'indirizzo IP dei visitatori e il nome del browser utilizzato. Tali dati vengono memorizzati in un database MySQL e mantenuti riservati. Analogamente vengono trattati eventuali informazioni inviate tramite email all'autore, Lucio Marinelli, responsabile del trattamento dei dati. Tali informazioni non vengono cedute a terzi a nessun titolo.

Il sito è stato approvato da parte dell'Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova.

Lucio Marinelli, 16 Maggio 2020
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale